Giuria

I membri della giuria

I membri della giuria sono selezionati sulla base delle loro conoscenze ed esperienze maturate nel campo dell'innovazione, educazione, comunicazione e inclusione sociale. La giuria viene suddivisa in gruppi di lavoro, in modo che ogni progetto venga valutato da almeno tre giurati. L’impegno come giurato viene svolto a titolo gratuito.

 

Come candidarsi

Per candidarsi a far parte della giuria è possibile inviare, entro il 31 luglio 2021, una foto, un curriculum aggiornato e una breve lettera motivazionale a info@gjc.it specificando in oggetto “Candidatura giuria GJC”. Con l’invio del materiale i candidati esprimono il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del Decreto legislativo (GDPR, Ue 2016/679) “Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali”. Autorizzano inoltre a usare, nel rispetto della normativa vigente, in qualunque forma o modo, in Italia e all’estero, senza limitazioni di spazio e tempo e senza compenso, la propria immagine e i materiali digitali prodotti, anche mediante riduzioni o adattamenti per le attività di promozione e comunicazione del concorso Global Junior Challenge.

La giuria valuta i progetti per via telematica e decreta i finalisti che partecipano all'evento finale. 

 

La valutazione

Criteri generali

I progetti vengono giudicati per il loro contributo allo sviluppo dell'educazione per il 21° secolo e dell’inclusione sociale. I giurati devono identificare i progetti più innovativi e “ispiranti” che adottano un approccio efficace nell’applicazione delle nuove tecnologie, rispondendo prontamente al contesto di pandemia globale.

 

Criteri specifici

I giurati danno un voto da 1 a 10 per ognuna delle seguenti aree: innovazione, utenti, impatto, scalabilità.

In particolare: 

 

INNOVAZIONE - I giurati valutano l'innovazione del progetto nel contesto sociale di riferimento, e non solo l'aspetto tecnologico, ponendosi le seguenti domande:

  • Quanto è innovativo il progetto nel suo complesso?
  • Quanto è innovativo il progetto in riferimento ai seguenti parametri: uso delle tecnologie; coinvolgimento degli stakeholder (interni ed esterni); approcci e modelli di sviluppo; efficacia della risposta alla crisi pandemica; risultati del progetto.

UTENTI - I giurati valutano quanto il progetto risponda ai bisogni degli utenti, ponendosi le seguenti domande:

  • Il progetto è veramente utile e risponde ai bisogni degli utenti durante la pandemia?
  • Il progetto è di facile accesso per i suoi utenti?
  • In che modo il progetto garantisce nuove opportunità per gli utenti?

IMPATTO - I giurati valutano  l'impatto del progetto in ambito educativo e/o di inclusione sociale, ponendosi le seguenti domande:

  • Quante persone e organizzazioni ha coinvolto il progetto? E in che modo? 
  • In che misura il progetto ha incentivato l'uso di tecnologie per l’innovazione didattica e l’inclusione sociale?
  • In che misura il progetto rappresenta una risposta agile ed efficiente al contesto di emergenza sanitaria?

SCALABILITÀ - I giurati valutano in che misura il progetto possa essere adattato ad altri contesti e possa creare nuove opportunità per nuovi protagonisti, rispondendo alle seguenti domande:

  • Quale possibilità ha il progetto di essere adattato altrove? È già stato replicato?
  • Cosa possono imparare gli altri utenti da questo progetto?
  • Quali azioni hanno intrapreso i partecipanti per trasferire/condividere il loro progetto con altri?

 

 

La valutazione del Premio Tullio De Mauro rivolto a docenti e dirigenti innovatori

 

DOCENTI INNOVATORI

A ogni docente non è richiesto di concorrere con un singolo progetto, ma con la sua storia di educatore, di impegno, innovazione e determinazione legata ai problemi sempre nuovi del contesto scolastico in cui opera ogni giorno.

I giurati danno un voto da 1 a 10 per ognuno dei seguenti criteri:

  • Visione di scuola innovativa ed inclusiva 
  • Traguardi e obiettivi raggiunti 
  • Gestione emergenza sanitaria da Covid-19 
  • Visione futura di scuola (sfida per il futuro)

 

DIRIGENTI INNOVATORI

I dirigenti scolastici sono visti come rappresentanti e leader dei traguardi innovativi e inclusivi perseguiti e realizzati dalle intere comunità educanti che rappresentano.

I giurati danno un voto da 1 a 10 per ognuno dei seguenti criteri:

  • Valutazione del percorso generale come educatore/educatrice, dell’impegno e dell’innovazione apportata
  • Misure messe in campo per affrontare l’emergenza da Covid-19
  • Visione di educazione per il futuro
  • Valutazione cv

     

I primi progetti di ogni categoria vincono la possibilità di partecipare all’evento conclusivo del Global Junior Challenge 2021, che si tiene a Roma dal 15 al 17 dicembre 2021. I finalisti possono così condividere la loro esperienza con il pubblico, grazie a uno stand dedicato nella grande area espositiva (fisico o virtuale). La giuria, coordinata da un presidente designato, opera una riflessione finale sui risultati e decreta i vincitori.

L'evento finale si conclude con la proclamazione e la premiazione dei vincitori del concorso nella Sala Giulio Cesare in Campidoglio alla presenza delle istituzioni.

 

LA GIURIA DELLA DECIMA EDIZIONE 

 

 

Alice Avallone | Simona Sinesi | Sara  Stracqualursi | Daniele Carnevale | Mavi Ferramosca | Gabriella Cecchetti | Giuseppe Trieste | Carlo Nati | Celestino Rocco | Marco Calvani | Irene De Angelis Curtis | Paolo Lamanna | Michele Perna |Flora Di Martino | Giannini Linda Isabella Lidia | Anna Rita Vizzari | Venera Munafò | Letizia Cinganotto | Francesco Zumbo | Emilia Pfusch | Luisa   Lenta | Ciro Mancino | Claudio Capobianco | Francesca Burgos | Laura Cesaro | Maurizio Marrara | Antonella Semillia | Alessandro Catellani |Francesco Piero Paolicelli | Emilia Sera | Daniela Di Donato | Sandro Mariani | Marina Minoli | Domenico Dicarolo | Gilda Tempesta