cooperative learning

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Roma

Organization

Organization Name: 
Ic Parco della Vittoria - G. G. Belli
Organization Type: 
School

Project Coordinator

Name and Surname: 
Daniela Di Donato
Address: 
Via G. G. Bottari
Telephone: 
3478573323
E-Mail: 
dandido@gmail.com

Website

www.scuolabelli.it

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education from 11 to 15 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

Creare una flipped classroom in stile cooperativo

Project Summary (max. 2000 characters): 

Il progetto
L’ idea 2.0 è centrata sul progettare un ambiente di apprendimento inclusivo, dove le esperienze in classe siano integrate dalle esperienze nel web 2.0.
Le tecnologie faciliteranno la personalizzazione dei percorsi e permetteranno agli studenti e ai docenti di sperimentare la ricchezza della costruzione collettiva dei propri apprendimenti, mediante il cooperative learning.
Il progetto è stato sviluppato per una classe 2.0 finanziata dal Miur. Le esperienze di insegnamento/apprendimento sono state avviate in aula e proseguite nel web, e viceversa. I percorsi formativi sono stati pensati in stile con una “flipped classroom”, ossia “classe capovolta” che, grazie alla funzione di mediazione dei docenti, svolge le proprie attività in tutti gli ambienti di apprendimento disponibili (aula, esperienze extrascolastiche, web...). La didattica
Ogni studente accede secondo gli input forniti dai docenti, elaborando e fornendo gli output nei tempi e nei modi più adatti al proprio stile di apprendimento, sviluppando e completando le informazioni acquisite in aula con quelle on line.
In classe, i docenti guidano lo scaffolding e non sono più gli unici responsabili della trasmissione dei saperi;
gli studenti affrontano lo studio, la scoperta, il confronto e l’esercizio delle abilità con i compagni.
L’inversione riguarda i contenuti e la didattica, che passa da un modello trasmissivo ad uno costruttivista.
Per la fruizione e l’organizzazione delle risorse, è stata predisposta una piattaforma di social learning (edmodo o schoology), per unire le potenzialità del curricolo formale con quello non formale.
L’impianto pedagogico per la costruzione del curricolo è basato sulle Cinque chiavi per il futuro di Howard Gardner, cioè i tipi di intelligenze, delle quali gli individui avranno bisogno “se vorranno prosperare nella epoche future”: Disciplinare (una modalità conoscitiva che caratterizza una particolare disciplina e che sa lavorare per migliorare le capacità e la conoscenza); Sintetica (che saprà valutare le informazioni da diverse fonti, :comprendendole e combinandole in soluzioni che abbiano senso per l’autore e per altri), Creativa (il pensiero divergente la spingerà verso l’innovazione, proponendo nuove idee e domande, fornendo risposte inaspettate), Rispettosa (che registrerà e accoglierà con favore le diversità tra gli individui e le comunità, facilitando connessioni e interconnessioni), Etica: che rifletterà sulla natura dell’operare del singolo in relazioni agli altri, sui bisogni personali e della società in cui vive, assumendosi la responsabilità delle proprie azioni).

Il progetto è stato scritto e curato da Daniela Di Donato, docente di lettere della sezione che è poi diventata la sezione "tecnologica" della scuola.

How long has your project been running?

2312-08-30 23:00:00

Objectives and Innovative Aspects

Facilitare l’accesso a risorse condivise e di varia natura nella forma di learning objects (glogster, voki, prezi, mappe concettuali e mentali multimediali), personalizzare l'apprendimento e rispettare tempi e stili degli alunni, favorire un clima collaborativo e un ambiente inclusivo in cui gli studenti elaborano risposte personali e sociali.

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
Formazione dei docenti, maggiore coinvolgimento degli alunni
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

30 con le loro famiglie e il team dei docenti (9)

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Grants
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Since when?: 
2015-08-30 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

Strategie di lavoro cooperativo che sfruttino la didattica digitale

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Italia, Roma, Lazio

Organization

Organization Name: 
insegnante di scuola primaria in servizio presso ICS via Leonori 74 Roma
Organization Type: 
School
Specify: 
l Green Screen è stato donato alla classe dalle famiglie dei ragazzi. Per le riprese e il montaggio dei video sono stati utilizzati device mobili in modalità BYOD. Le applicazioni utilizzate per lo storytelling e Stop Motion sono in versione gratuita;

Project Coordinator

Name and Surname: 
Cristiana Zambon
Address: 
Largo Leo Longanesi 9 A
Telephone: 
349 7705772
E-Mail: 
cristiana@aromabb.it

Website

https://www.youtube.com/watch?v=mohkWpAVc94 http://voice.adobe.com/v/949F9urNjwV

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education up to 10 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

Realizzare in classe videolezioni di argomenti studiati attraverso metodologie di storytelling avvalendosi di tecniche cinematografiche riprodotte con applicazioni per devices mobili e condividendoli tramite Cloud e codici QR.

Project Summary (max. 2000 characters): 

Il progetto ha portato a realizzare videolezioni per motivare allo studio, alla ricerca e all’esposizione orale puntuale di quanto appreso. L’idea nasce per sfruttare le potenzialità offerte dagli strumenti digitali applicati alla didattica ed il fascino degli effetti speciali utilizzati in ambito cinematografico.
Le tecniche usate sono semplici, a costo zero, dai risultati immediati, divertenti e condivisibili.
I bambini hanno ideato, strutturato e registrato dei mini documentari su argomenti assegnati. In modalità cooperativa, hanno fatto ricerche online e su testi specifici, selezionato foto e video di particolare interesse. Hanno poi elaborato il testo, organizzato materiali e set poi filmato con smartphone e tablet utilizzando a loro scelta tra due differenti tecniche cinematografiche avvalendosi di applicazioni specifiche, semplici ed intuitive: Stop Motion e Green Screen. La prima rende possibile animare disegni ed oggetti attraverso la messa in successione di fotografie. La seconda prevede l’utilizzo di un telo fotografico verde come sfondo mentre i bambini espongono o drammatizzano. Grazie ad applicazioni per Chroma Key, lo sfondo nella ripresa video diviene trasparente ed è possibile sovrapporre ad esso foto, video o disegni e grafici elaborati dai bambini.
I video sono stati condivisi con le famiglie degli alunni attraverso una cartella Dropbox ed utilizzati dai bambini a casa per lo studio.
A fine anno scolastico è stata allestita una mostra interattiva durante la quale dei video sono stati resi accessibili tramite codici QR posti sui cartelloni esposti.

How long has your project been running?

2013-08-30 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

Motivare allo studio e alla ricerca;
Educare all’interazione attiva e creativa con mezzi e strumenti digitali;
Rendere efficaci e produttive ricerche e navigazione in internet controllando le fonti e verificando le informazioni trovate, selezionando contenuti significativi;
Migliorare le capacità relazionali di lavoro cooperativo e di problem solving nella ricerca di soluzioni flessibili alle differenti esigenze;
Valorizzare le singole competenze;
Stimolare all’impegno nello studio, nella rielaborazione delle informazioni e nella scrittura di testi in codici linguistici appropriati, nella scelta di immagini o video particolarmente significative e suggestive, nel controllo di aspetti tecnici quali l’illuminazione, l’inquadratura, la registrazione, la durata del video;
Rendere efficace l’espressione orale.

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
I risultati didattici ed educativi raggiunti sono molti e tangibili. Sono migliorate le capacità di studio e di rielaborazione orale di quanto appreso; la ricerca e navigazione in internet è divenuta più efficace ed accurata. Lavorare ad un progetto video richiede la collaborazione con i compagni e a livello relazionale ha favorito la disponibilità all’ascolto, il maggior rispetto delle idee altrui e l’ interiorizzazione della ricchezza offerta da differenti proposte e punti di vista. Sono stati valutati: il processo di apprendimento individuale, il percorso di maturazione, il metodo di lavoro, l’impegno e la partecipazione, l’efficacia del percorso e delle strategie messe in atto. La valutazione si è basata sull’osservazione sistematica e sull’analisi degli elaborati prodotti, la loro chiarezza, completezza e rigore. I video che sono stati condivisi con le famiglie degli alunni stessi anche per amplificarne il senso d’importanza e di valore dell’impegno.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

Il progetto ad oggi ha coinvolto in maniera sistematica l’intero gruppo classe di 25 alunni e le loro famiglie.
Oggi le tecniche e le strategie sono state apprese e consolidate e possono essere con facilità trasmesse ad altri gruppi classe interessati anche di altre scuole.

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
Less than 1 year
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
2013-08-30 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

Una strategia innovativa, tecnologica, creativa, prosociale per motivare allo studio, alla ricerca, al lavoro cooperativo, alla condivisione delle idee.
L’idea è riproducibile; unisce tradizione ed innovazione, creatività e tecnica e coinvolge trasversalmente tutte le discipline. Richiede pochi strumenti e mette in campo capacità importanti per un’educazione ad un rapporto attivo e produttivo con la tecnologia e la rete e contribuisce a creare un ambiente di studio e lavoro dinamico e una didattica collaborativa.
Le videolezioni risultano divertenti e accessibili, stimolanti per tutti i bambini, preziose per lo studio in caso di bisogni educativi specifici.

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Non sono stati registrati ostacoli particolari se non piccole difficoltà logistiche legate all’adeguamento dello spazio dell’aula alle esigenze di movimento, di registrazione e di esposizione alla luce, elemento che condiziona fortemente la qualità dei video. Questi problemi possono essere ovviati predisponendo nella scuola di uno spazio deputato a queste attività, provvisto di luci specifiche, ad oggi non in nostro possesso. Nel rispetto della privacy degli alunni, le riprese nelle quali erano visibili e riconoscibili, sono state condivise esclusivamente con le loro famiglie. Negli altri casi invece sono state utilizzate come contributo a campagne educative e di sensibilizzazione, per la partecipazione a concorsi rivolte alle scuole.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Condividere le videolezioni e i tutorial didattici anche con un canale You Tube e Social Network (Twitter, Pinterest, Istagram). In questo modo si accompagna l’ingresso dei ragazzi nel mondo dei Social e ad un rapporto con essi sano e consapevole creando un account di classe. Si creano infatti importanti occasioni di riflessione, confronto e dialogo in merito alla sicurezza online e alla privacy personale, aspetti fondamentali nell’educazione alla cittadinanza digitale; Realizzare un FlipBook, libro digitale sfogliabile, nel quale inserire testi, immagini e video; Proporre il progetto a classi anche di altre scuole ed organizzare un Festival Cinematografico, un’occasione di apertura, condivisione e valorizzazione di singole esperienze.

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Aprilia(LT)

Organization

Organization Name: 
Liceo A. Meucci
Organization Type: 
School

Project Coordinator

Name and Surname: 
agostino
Address: 
perna
Telephone: 
3290964335
E-Mail: 
agostino.perna@gmail.com

Website

illogicomatematico.it

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education from 16 to 18 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

Il piacere della matematica

Project Summary (max. 2000 characters): 

Il progetto prevede un supporto digitale agli studenti per l'insegnamento della matematica.
Attraverso una piattaforma elearning è stato digitalizzato teoria ed esericizi il programma di matematica del primo biennio delle scuole superiori (oltre a 1400 giochi di matematica). Lo studente può accedere da casa o da scuola attraverso un qualsiasi device e svolgere esericizi online (sia a risposta strutturata che aperta), rivedere attraverso videotutorial realizzati ad hoc le spiegazioni del docente, discutere nei forum con il docente o con altri studenti nel caso di dubbi e appronfodimenti.
Nessun vincolo temporale: si accede come e quando si vuole ed in modo indipendente dagli orari canonici di scuola.
Lo studente diventa attore principale della scuola: in classe, con il tablet o in laboratorio può svolgere in modo autonomo gli esercizi e chiedere aiuto al docente in caso di dubbi, a casa per svolgere esercizi e ripassare avendo sempre a disposizione una community di supporto.

How long has your project been running?

2013-08-30 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

OBIETTIVI SPECIFICI
- fornire un sussidio continuativo allo studente: i ragazzi possono inviare messaggi con dubbi al docente che provvederà a rispondere
- valorizzare le differenze degli studenti: è possibile forinire esericizi diversi in funzione del grado di apprendimento degli stessi
- strumento per il ripasso: lo studente può ripassare un qualsiasi argomento vedendo video, dispense e risolvendo esercizi
- supporto per studenti assenti: essendo presente in piattaforma tutto il programma, nel caso uno studenti si assenti per lunghi periodi può tranquillamente seguire le lezioni da casa
- lavoro cooperativo: favorire la comunicazione tra pari per risolvere quesiti
- accorciare la distanze tra studente-docente
- favorire canali di comunicazioni multimodali e multimediali

MEZZI USATI
- laboratori a scuola
- tablet in classe
- programmi ed app per video, mappe interattive e appunti digitali (modificali da parte dello studente)
- formazione continuativa sulle nuove tecnologie da parte del docente

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
Obiettivi raggiunti - grande partecipazione da parte degli studenti - attaccamento al progetto e al gruppo classe - eccellenti risultati durante le prove di valutazione tra classi parallele - coinvolgimento delle famiglie Criteri di valutazione - valutazioni positive con verifiche scritte ed orali - qualità dell'apprendimento superiore alla media della scuola
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

L'interazione è stata continuativa e giornaliera.
- 21562 interventi da parte degli studenti
- 282965 accessi alla piattaforma
- 261403 letture (visione di video, completamento esercizi, discussioni forum) da parte degli studenti

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Sale of products or services
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Since when?: 
2015-06-29 22:00:00
When is it expected to become self-sufficient?: 
2018-06-29 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
Yes
Where? By whom?: 
Trattandosi di una piattaforma elearning il progetto è stato replicato in altre scuole sfruttando e personalizzando il materiale in essa presente. Docenti di altre scuole sono stati opportunamente formati sull'uso dell'infrastruttura e su come possono essere usate e create risorse digitali.
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

Docenti
- lavorare in modo programmato e preciso
- personalizzare gli esercizi in funzione dello studente
- creare contributi multimediali per i loro studenti
- condividere il sapere digitale

Studenti
- hanno sempre a disposizione un docente che gli risponde in caso di dubbi
- possono cercare aiuto lavorando assieme ai loro compagni
- sfruttare le potenzialità del web 2.0 per uso didattico

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Ostacoli: obsolescenza dei laboratori a scuola Soluzione: acquisto nuovi pc Ostacoli: lentezza rete internet scuola Soluzione: potenziamento della rete Ostacoli: scarse conoscenze digitali degli studenti Soluzione: formazione specifica per gli studenti sull'uso didattico di strumenti digitali Ostacoli: diffidenza iniziale dei genitori Soluzione: riunioni con le famiglie per spiegare le potenzialità della comunicazione digitale
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Per il futuro si prevede di -allargare il progetto a più discipline -collaborare con altri istituti -potenziare l'infrastuttura con un server più potente

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Albano Laziale (Roma)/Lazio

Organization

Organization Name: 
Scuola dell'Infanzia "Il Gabbiano"
Organization Type: 
School
Specify: 
autofinanziato

Project Coordinator

Name and Surname: 
Eva Lattavo
Address: 
Borgo Garibaldi 58
Telephone: 
3475089880
E-Mail: 
eva.lattavo@virgilio.it

Website

https://youtu.be/Ht2FveIM7Ec

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education up to 10 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

Il progetto G@BBIANO 1.0 si propone di sviluppare un nuovo "ambiente di apprendimento" attraverso l'utilizzo dei tablet in classe.
L'esperienza nasce dall'esigenza di incrementare la curiosità dei bambini, rendere più semplice l'acquisizione di concetti scientifici, linguistici, matematici e musicali; infine potenziare la motivazione per la conoscenza, permettendo ai bambini di diventare non solo fruitori ma anche autori di prodotti, come, nel caso specifico, ideatori di eBook.

Project Summary (max. 2000 characters): 

Nell'a.s. 2014-2015 la scuola dell'infanzia "Il Gabbiano" ha attivato un progetto innovativo denominato G@BBIANO 1.0, condiviso con l'Università La Sapienza, che si propone di sviluppare un nuovo "ambiente di apprendimento" attraverso l'utilizzo dei tablet in classe.
Il riferimento al pensiero del pedagogista L. Malaguzzi ("Cento linguaggi dei bambini"), il linguaggio multimediale può favorire un altro canale di apprendimento attraverso il fare.
Diversamente da un laboratorio di informatica, l'uso creativo e attivo dell'iPad è incluso nelle diverse aree didattiche, come ad esempio: le scienze, l'astronomia, la musica, i numeri e l'alfabetizzazione.
Le ricerche presenti in letteratura hanno dimostrato che qualsiasi attività di sviluppo che prevede l'uso di tecnologie, soprattutto se particolarmente innovative, dovrebbe essere pilotata e gestita in modo coerente: non è la tecnologia utilizzata in sé che migliora i processi di apprendimento, ma il modo in cui essa è calata in un contesto e utilizzata in funzione di precisi obiettivi didattici (Ferri, 2014).
Gli iPad sono stati adottati come nuovi dispositivi da sperimentare in un'ottica inclusiva per coniugare continuità e innovazione, come strumenti capaci di entrare in sintonia con il pensiero pedagogico della scuola e agevolare le varie attività di sviluppo.
Il progetto ha previsto inizialmente un'analisi conoscitiva, realizzata con somministrazione di un questionario rivolto ai genitori, e successivamente, un'intervista a dieci insegnanti della scuola per valutare le rappresentazioni e le proprie percezioni sull'uso della tecnologia a scuola, in particolare dell'iPad.
Il fine del progetto è proporre un modello di apprendimento in cui i tablet sono integrati nelle attività didattiche per supportare il processo di insegnante/apprendimento in modo attivo e creatici nei tempi, spazi e soprattutto nelle varie modalità (learning by doing).
Progettare ambienti di apprendimento tecnologicamente innovativi ha permesso ai bambini di diventare non solo fruitori ma anche autori di prodotti, come nel nostro caso, ideatori di eBook.

How long has your project been running?

2014-09-29 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

L'obiettivo del progetto è quello di descrivere se e a quali condizioni l'iPad possa essere un efficace strumento di sviluppo per favorire l'alfabetizzazione emergente, la comunicazione e la cooperazione in bambini tra 5 e 6 anni.
In particolare, gli obiettivi specifici sono: rilevare le rappresentazioni che i genitori hanno nei confronti della tecnologia (che cosa sanno e che cosa temono); conoscere le rappresentazioni e le aspettative degli insegnanti sull'uso della tecnologia in classe; rendere la tecnologia uno strumento inclusivo nel processo di insegnamento/apprendimento; comprendere e usare una pluralità di linguaggi (linguistico-poetico, matematico, musicale e artistico); promuovere l'apprendimento attivo (elearning doing); sviluppare la collaborazione e la condivisione; sviluppare l'apprendimento e l'interpretazione dei processi storici; sviluppare un nuovo "ambiente di apprendimento" in riferimento al pensiero di l. Malaguzzi.
Dopo un'indagine conoscitiva sulle rappresentazioni, percezioni ed idee di genitori ed insegnanti, da Ottobre 2014 la tecnologia touch è stata inserita all'interno dell'attività didattica, passando da una prima fase di conoscenza verso lo strumento fino all'elaborazione di un eBook sulla storia di Albano "Chi ha fondato il mio P@ese?".
Sono stati coinvolti i bambini dell'ultimo anno della scuola dell'infanzia per la creazione e realizzazione di un eBook contenente video, immagini, musiche e prete testuale sulla storia di Albano Laziale, luogo di origine dei bambini.

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
L'obiettivo del progetto è quello di descrivere, con strumenti di analisi qualitativa, un'esperienza sulle tecnologie multimediali nella scuola dell'infanzia. Questo progetto ha stimolato l'interesse e la partecipazione attiva dei bambini nella realizzazione e nell'intraprendere, con varie opportunità tecnologiche, un percorso di studio storico del passato. L'introduzione dell'iPad e delle sue App ha permesso ai bambini di porsi nel ruolo di ideatori dei materiali prodotti, nel nostro caso la creazione di un eBook che ripercorre, tramite la narrazione, i luoghi della leggenda e l'origine cittadina. Il progetto coniuga sapientemente l'impiego delle tecnologie multimediali con la tematica della città di Albano attraverso un percorso di ricerca sul campo. L'entusiasmo dei bambini ha accompagnato ogni fase del progetto: dalla visita del territorio alla realizzazione delle fotografie/filmati/testi/disegni, fino alla nascita del primo eBook della scuola. I bambini, in questo modo, hanno potuto realizzare un'ampia esplorazione diretta, accompagnata da occasioni di riflessione, della loro realtà culturale, rievocare e riprodurre esperienze e situazioni per farne oggetto di gioco, di verbalizzazione, di confronto, di conoscenza e di rappresentazione sempre più ricca. Il suo impegno ha comportato una trasformazione sia dello spazio fisico dell'aula (setting flessibile di lavoro), che dell'ambiente di apprendimento in un'ottica di didattica laboratoriste ed attiva. Le tecnologie digitali hanno facilitato l'insegnamento rendendolo più interessante ed efficace, facendo rilevare dei miglioramenti nell'ambito degli apprendimenti degli alunni. Non solo i bambini, ma anche gli insegnanti sono stati attivamente coinvolti nell'uso consapevole e creativo della tecnologia di ultima generazione, in grado di rendere più interessanti le attività didattiche migliorando così la qualità dell'insegnamento.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

i partecipanti al progetto sono 40 bambini appartenenti a due classi denominate Grandi 2 (5 anni). Le attività laboratoriali, inserite a livello curricolare, sono state attivate suddividendo i bambini in piccoli gruppi o a coppie.
Non solo i bambini, ma anche gli insegnanti sono stati attivamente coinvolti nell'uso consapevole e creativo della tecnologia di ultima generazione, in grado di rendere più interessanti le attività didattiche migliorando così la qualità dell'insegnamento.

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
Less than 1 year
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Specify: 
Scuola dell'Infanzia & Nido
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
2014-09-29 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

Il linguaggio digitale con le sue caratteristiche può costituire un forte stimolo allo sviluppo di competenze e altresì incentivare la motivazione: forme, colori, luci, suono e movimento, rendono interessanti i programmi e le attività mentre l'interattività stimola il coinvolgimento, la partecipazione e favorisce l'instaurarsi di un clima di cooperazione nella ricerca comune di strategie per risolvere i problemi.
I tablet si integrano nella vita quotidiana del bambino: non sono uno strumento a parte ma convivono perfettamente con i materiali di sviluppo. I bambini divengono autori di messaggi, editori degli stessi, sono chiamati ad organizzare la propria comunicazione usando molteplici linguaggi.
La tecnologia touch può arrecare un notevole contributo al miglioramento e all'efficacia dei processi di insegnamento. In quest'ottica non deve essere considerata una nuova tecnologia ma l'occasione per creare un nuovo ambiente di apprendimento significativo, in cui i bambini possano trovare nuove occasioni per lavorare insieme, per apprendere in modo creativo, promuovere una migliore capacità di autonomia e metacognizione e sviluppare capacità socio-relazionali.

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Il progetto G@BBIANO 1.0 è condiviso con l'Università La Sapienza di Roma, che produrrà una tesi di laurea sperimentale sull'inserimento delle nuove tecnologie touch nella didattica tradizionale, al fine di estendere una ricerca americana dove l'iPad è stato utilizzato come strumento didattico, integrato nel programma educativo già a partire dalla scuola dell'infanzia.

Project Location

Country: 
Italy
City: 
roma/lazio

Organization

Organization Name: 
Istituto Istruzione Superiore "Federico Caffè" - Roma
Organization Type: 
School
Specify: 
non abbiamo finanziamenti

Project Coordinator

Name and Surname: 
Marchesano Claudio
Address: 
viale dei Quattro Venti, 10 - 00152 Roma
Telephone: 
3385026425
E-Mail: 
vera.francioli@libero.it

Website

http://www.matematicapovolta.it

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education from 16 to 18 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

Utilizziamo la tecnologia per cercare di migliorare la didattica e per avere molto più tempo in classe da dedicare ai singoli alunni e all'apprendimento della matematica in modo più piacevole

Project Summary (max. 2000 characters): 

Il progetto è curato da Vera Francioli e Claudio Marchesano, insegnanti di matematica del Federico Caffè.
L'esigenza di approccio didattico adatto ad uno scenario culturale e comunicativo cambiato radicalmente negli ultimi tempi ha portato due anni fa alla creazione di matematicapovolta, per provare la didattica capovolta, o flipped classroom, per l'apprendimento e il consolidamento della matematica. Con la flipped classroom sono invertite le fasi dell'apprendimento: sul web gli studenti apprendono contenuti e metodi,anche fuori della scuola ed in classe,con l'aiuto dei docenti, si procede all'interiorizzazione,riflessione e studio collaborativo. Si assegna così un ruolo da protagonista all'alunno,che sceglie le sue modalità e i suoi tempi di studio.
Per realizzare subito qualcosa di concreto ci riferimmo a videolezioni già presenti in rete,come quelle di Khan Academy(prima esperienza del genere al mondo),di Julio Rios(il più seguito al mondo),di Schooltoon(una startup italiana che produce video a cartoni animati),di Lessthan3math(uno studente universitario italiano) e qualche video autoprodotto (youtube claudio marchesano). Realizzammo inizialmente questo sito per una sola classe (la prima,che aderiva al progetto bookinprogress), ma le straordinarie prospettive che si presentavano in classe e l'entusiasmo dei ragazzi, hanno portato ad estendere il progetto a tutte le classi (dalla prima alla quinta). L'anno successivo Francioli ha cominciato a produrre materiale in forma ipertestuale, utilizzando un linguaggio poarticolarmente adatto ai ragazzi di oggi. Oggi www.matematicapovolta.it di fatto soistituisce i libri di testo in due sezioni della nostra scuola, è in continuo aggiornamento ed è utilizzato da molti studenti di altre scuola; contiene tante verifiche e funziona anche come blog dei professori

How long has your project been running?

2013-08-30 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

Il progetto si pone come obiettivo principale quello di cercare di rendere semplice lo studio della matematica, specialmente agli alunni che presentano lacune di base, ai BES, ai DSA e ai tanti alunni stranieri.
Altri obiettivi sono quelli di far utilizzare la tecnologia in modo consapevole ed attento; di avere un contatto diretto con gli alunni, attraverso comunicazioni continue

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
Il nostro tipo di didattica si è rivelata particolarmente efficace soprattutto laddove l'alunno rivela il bisogno di essere stimolato a prendere l'iniziativa in maniera autonoma,responsabile e consapevole.Poter vedere le videolezioni a casa e poter consultare gli ipertesti a disposizione nei tempi che si preferiscono ha reso il lavoro più gratificante,con un effettivo riscontro sulla crescita dell'autostima degli alunni. I risultati raggiunti sono stati valutati prendendo atto dei progressi consistenti nell'apprendimento della matematica negli alunni inizialmente in difficoltà, progressi che si sono manifestati anche in un miglioramento nel metodo di studio. Per quanto riguarda gli alunni già motivati, si è notato un progressivo desiderio di approfondire ulteriormente i concetti acquisiti attraverso una navigazione più approfondita nel sito. Quest'anno abbiamo notato,poi, che è diminuita, in alcune classi in maniera netta, la percentuale degli alunni non promossi o, comunque, con debito formativo in matematica e nelle altre materie scientifiche. Ifine, è da registrare l'entusiasmo da parte di alcuni genitori (in particolare dei Bes, dei Dsa e degli stranieri)
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

Tutti i nostri studenti (più di 200) , che trovano materiali, attività da svolgere e informazioni nell'area dedicata ad ogni classe.
Molti altri studenti e professori di altre scuole (il sito ha oltre 300 contati al giorno nei giorni di scuola , dei quali oltre la metà provenienti da altre regioni; in più altre scuole hanno segnalato www.matematicapovolta.it come sito di interesse, alcuni studenti ci contattano per chiarimenti ed alcuni professori per consigli e commebnti vari)

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
More than 6 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Specify: 
Scuola STatale secondaria di secondo grado con diversi indirizzi
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
2013-08-30 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
Yes
Where? By whom?: 
Citiamo le due esperienze più significative. Al liceo Anco Marzio di Ostia, dopo un seminario da noi tenuto, hanno creato il blog: http://matematicaostiense.blog.tiscali.it/?doing_wp_cron che si rifà alla nostra idea e che segnala proprio la possibilità di replicare iniziativa http://videoappuntidifisica.weebly.com/video-appunti_lezioni-di-matematica-secondaria-di-secondo-grado.html è , invece, un sito di un Dirigente Scolastico, Gianfranco Bonomi Boseggia di Livigno, che dedica ampio spazio a materiale liberamente tratto dal nostro sito
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

Il momento per innovare la didattica è questo, perchè c'è troppa differenza tra il modo di apprendere dei nativi digitali e quello che viene proposto con la "didattica classica" ed anche perchè la diffusione dei dispositivi elettronici collegati ad Internet è , ormai, capillare.

Noi abbiamo imparato che una Scuola Buona per i BES e i DSA è una scuola migliore per tutti

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Un possibile ostacolo potrebbe essere rappresentato dal fatto che qualche ragazzo non ha la possibilità, a casa, di collegarsi ad internet. Ci siamo molto meravigliati del fatto che nessuno dei nostri alunni ha avuto questo problema negli anni precedenti. La nostra scuola, comunque, è aperta di pomeriggio ed il Consiglio di Istituto ha offerto la possibilità, eventualmente, di utilizzare i computer a scuola il pomeriggio. Avremmo sicuramente fornito i ragazzi di libri scolastici. A scuola le aule risultano troppo piccole per poter svolgere, ad esempio, le gare a squadra di matematica. Qualche volta riusciamo ad utilizzare una aula-laboratorio piuttosto grande ed altre volte "ci adattiamo" alla situazione
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Pensavamo di creare dei generatori di esercizi casuale (che, abbiamo visto, esistono già, se sono molto efficaci in altri Paesi) e di inserire più materiale che desse la possibilità di effettuare autovalutazione

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Corsico (MI), Lombardia

Organization

Organization Name: 
IIS FALCONE RIGHI,
Organization Type: 
School
Specify: 
impegno del docente

Project Coordinator

Name and Surname: 
Maria Luisa Prandoni
Address: 
Via Arena 29
Telephone: 
3494963264
E-Mail: 
mprandoni@hotmail.com

Website

https://drive.google.com/drive/my-drive

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education from 11 to 15 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

Rinnovare l'insegnamento della Fisica per classi del biennio ITIS utilizzando aula LIM, cloud, video lezioni, filmati, cooperative learning e tutoring tra pari.

Project Summary (max. 2000 characters): 

Nel 2012 durante un corso di formazione di generazione web mi era stato presentato Google Drive e il funzionamento delle Cloud che ho poi approfondito in modo autonomo nel 2013. Così ad inizio 2014 ho voluto mettere in pratica quanto appreso, presentando in aula LIM delle unità didattiche (UD) create con Google Drive. Tali Unità didattiche sono composte da filmati, video lezioni, esercizi, attività di cooperative learning e tutoring tra pari.
Inizialmente sono state pensate in modo specifico per sostenere gli alunni con DSA, ma si sono rilevate utili per l’intera classe (inclusività), facilitando la collaborazione tra pari, prevenendo un caso di bullismo e sostenuto a distanza un alunno malato per più di un mese.

How long has your project been running?

2014-08-30 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

1) apprendimento didattico (video lezioni , filmati, presentazioni con Google drive)
2) cooperative learning e tutoring tra pari
3) inclusività

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
1) le nuove tecnologie hanno motivato maggiormente gli alunni creando un certo interesse (superiore a quello destato dalle lezioni frontali). 2) i gruppi di lavoro hanno facilitato un buon clima in classe, facendo emergere sul nascere alcuni atteggiamenti errati che stavano sfociando in atti di bullismo. 3) inclusività: La possibilità di rivedere da casa le video lezioni e i filmati hanno aiutato tutti gli alunni della classe. In particolare è stata molto utile per un alunno assente da scuola per più di un mese per motivi di salute e per gli alunni affetti da DSA, grazie alle presentazioni scritte in grande e l'ampio utilizzo di filmati e video lezioni.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

Quest'anno mi sono concentrata su 4 classi su 7: più di 100 alunni.

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 3 to 6 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Specify: 
Scuola Secondaria superiore
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
2014-08-30 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

si potrebbe pensare ad un elenco di siti da condividere tra docenti della materia, per velocizzare i contenuti multimediali da inserire nelle lezioni. La selezione dei filmati validi e adatti al livello della propria scuola ha infatti impiegato molto tempo.

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
1) far comprendere che anche il lavoro di gruppo e i filmati sono parte integrante delle lezioni, ma intervenendo in modo deciso in classe si è corretto il tiro. 2) una grande quantità di tempo per selezionare i filmati adatti da youtube o siti specializzati ( Rai) da presentare in classe. Il tempo viene poi ammortizzato negli anni.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
estendere tale approccio ad altre unità didattiche e anche alle classi prime. Sarebbe interessante poter usufruire di una LIM o di un proiettore già nelle classi interessate, anzichè dover incastrare gli interventi tra le necessità di tutti i docenti della scuola.

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Colle di Val d'Elsa (SI), Toscana

Organization

Organization Name: 
Arnolfo di Cambio
Organization Type: 
School
Specify: 
No need of funding. Teacher experiment in their curricular hours.

Project Coordinator

Name and Surname: 
Laura Maffei
Address: 
Via Bologna n.8 interno 14
Telephone: 
3290877870
E-Mail: 
laura_maffei@yahoo.com

Website

http://project14-15.weebly.com/

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education from 11 to 15 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

21 Schools from 14 european countries worked together in this project to show each other what everyone should know about their country: enjoy!

Project Summary (max. 2000 characters): 

The students of all participant schools (Austria, Belgium, Denmark, Estonia, Germany, Greece, Italy, Norway, Poland, Romania, Slowakia, Slowenia, Spain, Turkey) present those aspects that, in their opinion, all should know about their own country. They work on a common Website http://project14-15.weebly.com/ The students of all involved schools are free to choose the aspects of their countries they want the others to know, and the ICT tools to present them. For this reason, this is a cross-curricular project, with many subjects included (Geography, History, Music, Art, Economics, German, English....) as both the facts the students want to introduce and the way of presentation have to be chosen by the students themselves (Video, photos, art, potcast...). The project also wants to be a significant contribution to the idea of Inclusion/inclusive education: every student of every schooltype is welcome and every participant contributes in his own way.

How long has your project been running?

2014-09-29 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

In our peculiar situation (Italian school), the project is included in an experimental pathway of teaching Geography without the use of a textbook. This is the project I chose for my younger students, as it is quite simple and enjoyable at different levels, plus it exactly matches the national curricula requirements for this age. As for the project as a whole, we set these objectives with our partners: students should get competences in 1) researching about their own country in different subjects (famous/special landscapes, famous music, historical persons...) - 2) finding ways to present their results/ideas to other students in other countries in an understandable and attractive way, using German or English as foreign language and different ICT-tools - 3) using and working with different ICT-tools like video, potcasting, audio, photo editing, photostory, (...) and building and creating a Wiki - 4) communicating with others by twinspace-tools (chat, mail...) and for example skype, using their knowledges in foreign languages. - 5) giving feedback to the contributions of their partners, working further with results of their partners they found on the common Wiki.

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
The project got excellent results in terms of students' engagement and motivation. All of them contributed to the common website, browsed the partners' materials, took the tests and quizzes prepared by the different teams, did further research to introduce their countries or get to know better those of the others. Students with special needs, migrants, natives, students coming from disadvantaged social situations, brilliant students... all of them found their way to give a significant contribution. Immigrants were particularly excited, as for once they had something more to say than the others, as they got a different perspective on their two countries (the one they came from, the one they live now). Different intelligences were cared for as the students could choose their media of expression (not only words but also visuals, music, etc). The project got excellent results also in terms of students' attainment in the national tests. In my involved class, all of the 27 students passed the standard Geography tests with good grades. The criteria of evaluation are chosen by the Geography Department and take into consideration the improving of the pupil's situation from the start to the end of the school year, the use of the specific language, the competence in orientation, the proper use of ICT, the understanding of the realation between a territory and its population/history. Another important result of our project is the website itself: it is a valuable collection of information prepared by kids for kids. It is website that all schools, everywhere in the world, could use for free as a database of teaching material for many subjects (geography, music, art, history...).
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

21 schools are involved in the project, and we can estimate an average of 1000 students being involved monthly with the project (either working on the website or exploring it). Plus, their families, their schools and their local communities are involved and regularly take part in the dissemination events. So a huge number of people contributes to the success of the project - either by being an actor (students, teachers) or part of the audience (families, municipalities...).

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Specify: 
Scuola Secondaria di Primo Grado
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
2014-09-29 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

It's a simple project but with lots of opportunities for pupils and teachers. Basically, the students are let free to explore their countries and tell the others what they think it's worth knowing. A great way to overcome prejudices: you introduce yourself, you answer to your partners' questions, and viceversa - you know the others by their introductions and by asking them about themselves. Other schools could learn than you can innovate, presenting subjects for real, not only through books, at zero cost. Then, once they're engaged, students will turn to books (or most likely to the web) to know more. But they will already have some basis of critical thinking. Moreover, as stated before, other schools in the world can use for free the teaching material available in our website. It is particularly interesting as all af the materials are produced by kids in order to speak to other kids: for this reason, they are probably the best way to introduce a subiect in a way that's both appealing to the students and easy to understand for them. All of this, at zero cost!

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
No obstacles that cannot be overcome by common sense and mutual help. The coordinators of the projects were great and helped us in the use of ICT tools, or for working on the common website, or for communicating (not so easy when you've got 21 schools involved). One obstacle could be that some teachers (and also some students, to be honest) are still scared of ICT tools. But if you browse the pages and stop to Italy, you will be amazed at how the students improved in ICT in time: they actually started with an hand-written ebook, then got to ppt and eventually to videos and avatars. This kind of teaching is time-consuming and needs to be planned in detail, but once you are in, there's nothing that cannot be solved. Note: the entire homepage of our site was accidentally deleted a number of times! What happened? nothing, the coordinators laughed at it and just rebuilt it. Then they told us how to avoit deleting everything again. This kind of "disasters" may happen and they will. But you just have to choose wisely your team and you'll be fine.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
We will definitely go on with this kind of project-based teaching. We hope we'll be able to involve more classes in the future. We also hope we'll go on working with at least some of our partners.

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Colle di Val d'Elsa, Toscana

Organization

Organization Name: 
Arnolfo di Cambio
Organization Type: 
School
Specify: 
non sono necessari finanziamenti: il progetto è svolto in orario curriculare

Project Coordinator

Name and Surname: 
Laura Maffei
Address: 
Via Bologna n.8 interno 14
Telephone: 
3290877870
E-Mail: 
laura_maffei@yahoo.com

Website

http://secondagineuropa.blogspot.it/

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education from 11 to 15 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

European students to the world via food and ICT: are we really what we eat?

Project Summary (max. 2000 characters): 

Students from Italy, Greece and Hungary explore their own and each other’s countries, and then the whole world, as seen through the food that is eaten in the different places. Their journey is a virtual one, but the exchange of experiences is real, with regular meetings via Skype, and a blog http://secondagineuropa.blogspot.it/ a TwinSpace http://twinspace.etwinning.net/1291/home and the EXPO2015 community http://www.togetherinexpo2015.it/ as meeting points. In their journey through the world, students find out that the food of a country can tell us a lot about its natural environment, history, economy and even religion. The project, which was born out of the urge to find an alternative to the traditional book in Geography teaching, soon developed into something more: Geography learned not by reading a book or watching a documentary, but by meeting and making friends with peers from abroad. Geography not as a list of data about a country but as something alive, told by those who live in those countries. The partners in the project were three, but the EXPO2015 website gave us the opportunity to meet students from all over the world. The blog SecondaGiNeuropa got more than 11.000 visits in a bunch of months, and the students published around 400 articles. We tried out some simple exercises of flipped classroom: students had to work in groups to present an aspect of a chosen country via food, choosing an ICT tool from a list given by the teacher: the tool-testing had to be performed at home, the realization of the product and the publishing in the blog or TwinSpace at school, in a given time. All of the teams (first national, then international teams) managed to complete the tasks, boosting their creativity (thus their learning) in the process. The involved classes registered a dramatic increase in basic competences in Geography (in attachment, the graphics). It was a very successful project in terms of development of students’ competences via the use of ICT.

How long has your project been running?

2014-08-30 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

At first, our objective as teachers was to find an alternative to the use of the text book in the teaching of Geography. We wanted to prove that Geography can stop being felt by students as boring (having to learn by heart the names of mountains, lakes, rivers, capitals etc.) and it can be transformed in a subject perceived for what it is: a picture of real places, inhabited by real people, with their stories, culture, ideas. Later on through the project we started working on the idea of the EU as a an union of different countries, that yet have something in common and support each other (a very important topic at the moment!). Of course, we had all the objectives connected with the subject of Geography: correct use of the specific language of the subject, understanding the anthropic and natural elements in a territory, respect of natural resources, understanding European common roots, understanding the relationship between natural environment – economy – history of a country. We also had objectives linked to the use of ICT: understanding the correct use of a tool, being able to respect copyrights, understanding the opportunities and risks of the web. The means used to reach those goals are ICT tools, peer learning, team working (in national and international teams), simple experiences in flipped classroom. The use of ICT tools was kept as free as possible in order to boost creativity. This trick turned the tasks into fun and soon the blog became addictive for the students! Eventually, all of the objectives were attained, at different levels, by all the students.

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
The most important result is obviously the students learning: in my school we have standardized tests at the beginning, middle term and end of the school year. The Italian involved classes improved dramatically from the starting level to the end of the school year in Geography. And the comparison between involved/not involved classes is striking: this is an evidence that a methodology based on real interaction of students with peers of different countries + creative use of ICT + use of different means of expression (to care for the different intelligences, also visual or kinesthetic, etc… not only linguistic) is successful as more motivating, and definitely beats the chalk and talk. I consider another great result the fact that the students chose to spend their free time at home interacting with their partners in the TwinSpace, posting in the blog, completing team missions in the EXPO2015 community, instead of being on facebook or other uncontrolled (i.e. unsafe) socials. This expanded their school-time with a positive rebound on their learning. The criteria used to evaluate the results, as well as those established by the Literature/History/Geography department for the standardized tests, are the comparison between classes involved in the project versus classes not involved + number of classes involved in the first year versus number of classes willing to join in the project for the second year. We have evidence that the involved classes perform significantly better even in the standardized (more traditional) tests. And while this year in Italy we had two involved classes, we have another six willing to join in for the next year (plus, around 10 European school as potential partners).
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

We have 2 Italian classes + 2 teachers, 1 Hungarian class + 2 teachers, 1 Greek class + 2 teachers: about 100 students + 6 teachers. The families show a good participation, take part in all of the dissemination events, and so do the different Municipalities of the involved schools. The blog has a good amount of monthly visitors, both from our schools (students of non-involved classes browsing the blog for their studies) and from all over the world, presumably thank to the EXPO2015 activities (see the chart on the top right of the blog homepage to see the different nationalities of visitors).

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Specify: 
Scuola Secondaria di Primo Grado
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
2014-08-30 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

They can reuse our working plan for the teaching of Geography, as other classes will in our school for the next school year. They can see that we cannot teach Geography as they did in 1900. Today, Geography is both more complex and more exciting, as there’s the whole world of knowledge in it (from Science to Technology, from Economics to History, from Natural Sciences to Biology). We want our students to taste a little bit of each. So we have to introduce the subject in a way that it is felt as alive: cooperating with partners from different nationalities, learning by doing and exchanging, working in teams, preferably international teams, getting first-hand information from those who live in a different country, feeling free to explore the countries and the ICT tools to get to know first, and then present them. We chose food as the leading image in our journey, but other themes can be chosen of course. It is the journey that matters. Other schools and teachers can see that, even if we don’t use traditional means (test book, individual study, traditional essays, etc.), our students get more involved, so they perform better even in traditional tests.

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
There are no obstacles to this kind of methodology. It’s just very time-consuming, so teachers have to know that if their students get involved and write down 400 articles, they’ll have to give their feedback to 400 articles (not the 25 essays you have to correct twice a semester in a traditional teaching). Plus, the team activities should be well planned in advance, to avoid having one student doing all the work and the others play (the teacher has to think about different roles for the students to choose in the group). Planning the project and the dissemination with partners is time consuming as well. And you have to know lots of ICT tools to keep the students motivated and entertained (a playful atmosphere is of great help!). But everything can be easily overcome with collaboration (also teachers have their share of peer learning!). There are neither extra costs nor extra hours needed. Everything can be done in normal school time, inside the curriculum.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
We are planning to widen the project next year, opening it to new partners from different countries and more classes in our school. We expect a huge participation as a consequence of this year’s brilliant results (families are pushing for their kids to be involved in the project). We will create a new blog and open a new eTwinning project as a follow up. Everything will be kept, as for this year, in the curriculum and in the normal school-time. We do not need any funding or anything special, as it’s an innovative kind of teaching that just needs a pc room and some tablets, plus motivated teachers, not an expensive plan of buying any complicated or futuristic technology. In the long run, we want to introduce an innovative, evidence-supported methodology, for the teaching of Geography, widening it to institutes in our net, bot in Italy and in Europe.
Subscribe to RSS - cooperative learning